(ITALIANO) Vinitaly

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Avevate delle certezze?  Ebbene, il Vinitaly ve le sgretolerà. Ad esempio, pensavate che il Cabernet si può fare soltanto con dosi generose di barrique? Vi sbagliavate. L’azienda Il Filò delle Vigne, di Baone (Padova), nel padiglione veneto, col Cabernet dei Colli Euganei riserva Cecilia di Baone 2002, vi dimostrerà che è possibile ottenere un gran bel vino con la vituperata uva internazionale, e senza usare la famigerata botticella. Provare per credere: sentite che bel profumo di ciliegie, che sorso corposo ma non pesante, che imponenza insomma. E il costo della bottiglia? 8 euro. Testuale. Una lezione a chi applica prezzi da gioielleria con la scusa ritrita del “ma è Cabernet, lo vuole il mercato”. Non manca comunque il Cabernet in barrique, il Borgo delle Casette 2003 (13 euro), eccezionale per la finezza, dimostra come la barrique possa, alla bisogna, migliorare un vino senza essere indispensabile. E dalla stessa azienda viene un passito, la Luna del Parco, che mette in riga un Sauternes nel confronto de gustativo: l’annata 2004 è semplicemente strepitosa per calma, avvolgente dolcezza.

estratto articolo di domenica 1° aprile 2007 dall’inviato a Verona – Tommaso Farina